flag_itafrag_eng

Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G.

Il Cerasuolo di Vittoria D.O.C.G. è stato uno tra i primi rossi siciliani ad avere ottenuto il riconoscimento della DOC nel 1973-74 e il primo ad avere la D.O.C.G. il 13 Settembre 2005. Il Cerasuolo di Vittoria si produce in un'ampia area della provincia di Ragusa e in parte delle province di Caltanissetta e Catania. Le origini della coltivazione della vite nel territorio Ibleo sono antichissime, ne danno testimonianza i vasi (IV-III sec. a.C.) rinvenuti negli scavi archeologici di Camarina e nei relitti delle navi naufragate nel golfo antistante. Tuttavia la data di nascita del Cerasuolo di Vittoria nella tipologia attuale è molto posteriore: coincide con la fondazione della città di Vittoria ad opera di Vittoria Colonna, avvenuta nel 1607; la fondatrice della città promise due ettari di terreno ciascuno a condizione che ne coltivassero uno a vigneto. Si diede così impulso alla coltivazione della vite che da allora fino ad oggi si è protratta con grande fermento.
Nel 1808 sul suo Giornale di Viaggio l'abate Paolo Balsamo, mandato in Sicilia per conto del viceré, annotava come l'area di Vittoria, ove il suolo e il clima è adattissimo alla vigna, fosse quasi interamente coltivata a viti e il vino lì prodotto fosse il migliore vino da pasto di tutta l'isola. Le cronache del giugno del 1885 narrano della florida attività di esportazione del vino verso il mercato di Marsiglia, e di come 1500 carri agricoli trasportassero ogni giorno a Scoglitti i barili da stivare sui velieri ancorati a largo.
I vini a denominazione di origine controllata e garantita «Cerasuolo di Vittoria» e «Cerasuolo di Vittoria Classico» devono essere ottenuti da vigneti che in coltura mono o plurivarietale nell'ambito aziendale hanno la seguente proporzione ampelografica: dal 50% al 70% di Nero d'Avola e dal 30% al 50% di Frappato.
La zona di produzione «Cerasuolo di Vittoria Classico» è riservata al territorio già delimitato con il primo decreto di riconoscimento del 29 maggio 1973 e comprende tutto il territorio comunale dei seguenti comuni in provincia di Ragusa: Vittoria, Comiso, Acate, Chiaramonte Gulfi, Santa Croce Camerina.
Il Cerasuolo di Vittoria DOCG ha un obbligo di affinamento di non meno di 8 mesi dalla vendemmia, nella tipologia Classico l'affinamento minimo è di 18 mesi; le operazioni di vinificazione ed imbottigliamento devono essere effettuate nell'intero territorio di produzione.


Don Vicè, D.O.C.G. Cerasuolo di Vittoria

Azienda Battaglia Graziella, Viale della Resistenza 81, 97013 Comiso RG, P.IVA 00993380880 - Privacyinfo@gurrieri.net